Corea Del Sud

Catalogo Viaggi Novembre 2019 – Aprile 2020

 

PREPARATI AL VIAGGIO

  • Inverno rigido e secco con temperatura media di circa 5 gradi sotto lo zero, estate umida e piovosa, autunno e primavera mite e con scarse precipitazioni.
  • Passaporto con validità residua di almeno 3 mesi dalla data di ingresso nel Paese. Visto non necessario per i cittadini italiani che entrano in Corea del Sud per turismo e per soggiorni inferiori a 90 giorni.
  • Il fuso orario è di 8 ore in più rispetto all’Italia, un’ora in meno con l’ora legale.
  • La moneta ufficiale è il Won sudcoreano.

 

COREA DEL SUD IPERTEKNO E TRADIZIONE

Il Palazzo della Felicità Scintillante brilla a Seul, capitale di un Paese che corre fra tradizione e futuro. Villaggi di pescatori fuori dal tempo e tecnologie avanzatissime, dolci paesaggi, fra templi buddhisti e alberi di ciliegio, ma anche un confine ancora militarizzato. I cugini del nord non sono amici e questo breve pezzo di terra è stato trasformato in una piccola Disneyland della guerra, con tunnel da esplorare e potenti cannocchiali con cui frugare con lo sguardo nell’altra Corea. Hanno gli studenti più studiosi del mondo e un formidabile rispetto per tradizioni e antica cultura. Che si propone anche a tavola, con qualche sorprendente pietanza: le formiche rosse fritte piacciono moltissimo e vengono considerate anche efficaci contro i bruciori di stomaco. I bachi fritti sono un ardito ma popolare snack mentre gli japchai sono, per i coreani, una succulenta pietanza: spaghetti trasparenti saltati in padella con verdure, carne e salsa di soia, serviti rigorosamente freddi. Seul lavora, studia, produce, ricerca, inventa: anche orribili favole moderne come il “Gangnam Style”, successo musicale planetario con due miliardi di visualizzazioni per Psy, il rapper coreano che ha fatto conoscere al mondo questo quartiere il cui nome significa “a sud del fiume”. E che vale la visita, come tutta la Corea.

Corea Del Sud Catalogo Viaggi Novembre 2019 - Aprile 2020

Corea Del Sud
Catalogo Viaggi Novembre 2019 – Aprile 2020

Tutto Corea Del Sud

La Felicità Scintillante

 

PARTENZE 2019

Dicembre 27 PARTENZE 2020

Marzo 13 – Aprile 17 Le partenze del 2020 prevedono un itinerario differente nei giorni 4, 5 e 6.

Guida in italiano da Euro 3.230, supplemento YQ incluso

 

1° GIORNO ITALIA > SEOUL Benvenuti a bordo.

2° GIORNO SEOUL Seoul è considerata una delle città più cool dell’Asia. La pronuncia corretta in coreano è “soul”, proprio come la parola inglese che significa anima. All’arrivo, trasferimento in albergo.

3° GIORNO SEOUL (colazione, pranzo) Città ultramoderna, con radici antiche e tradizioni ancora molto vive e rispettate. Ecco perché si comincia la visita dal Gyeongbok, il principesco palazzo della Felicità Scintillante, nome evocativo, aspirazione mai tramontata, costruito nel 1394, e poi il Bukchon Hanok Village dove si ammirano le case tradizionali coreane, tetti neri e piccoli giardini. Questa è la zona residenziale e parte del suo fascino è dovuto proprio all’atmosfera molto tranquilla, quasi fuori dal tempo. A seguire Samcheong dong Street, uno dei luoghi di maggiore richiamo di Seoul e fra i più piacevoli per una passeggiata, si prosegue verso Insadong Street, ricca di negozi e gallerie. Dopo pranzo, piacevole camminata lungo Cheonggyecheon Creek, un tratto di città recuperato e valorizzato. E ancora, da Jongno Street ci si dirige al Gwangjang Market, dove i più curiosi e temerari possono assaggiare qualche stravaganza gastronomica locale: fra queste, i bachi da seta fritti o caramellati, tradizionale snack coreano. Sosta finale a Dongdaemun Design Plaza & Market, dove si riconosce il tratto architettonico di Zaha Hadid: shopping e rientro in hotel.

4° GIORNO SEOUL > DAEGU (colazione, pranzo) Un salto indietro nel tempo, per vivere la Corea com’era e come viene ripresentata esattamente nel Korean Folk Village di Suwon, dove sono riproposti con accuratezza lo stile di vita e le tradizioni di un tempo con le abitazioni, gli utensili, perfino gli abiti tradizionali. Suwon fu la prima città al mondo ad avere una pianificazione completa, un autentico piano regolatore che ne controllò l’espansione: anche questo rende la sua visita particolarmente interessante. Poi si entra nella Fortezza Suwon Hwaseong, che l’Unesco ha inserito fra i siti Patrimonio dell’Umanità: costruzione maestosa, realizzata verso la fine del 1700. Proseguimento in auto per Daegu.

5° GIORNO DAEGU > HAEINSA TEMPLE > DAEGU (pensione completa) Haeinsa è uno dei più antichi templi buddhisti della Corea, famoso per ospitare le cosiddette Tripitaka Koreana, cioè l’intera collezione di 81.258 tavolette in legno con le Scritture buddhiste, presenti qui fin dal 1398. Un luogo affascinante, di profonda spiritualità, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Rientro a Daegu e visita al piccolo ma suggestivo Yangnyeongsi, Museo della Medicina Orientale. Molte le cose da imparare, in particolare sull’uso delle erbe.

6° GIORNO DAEGU > GYEONGJU > BUSAN (colazione, pranzo) Gyeongju è una delle destinazioni turistiche più frequentate della Corea. Per molte ragioni. Il Bulguksa Temple, innanzitutto, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, non un solo tempio, ma un intero complesso, molto suggestivo, tra pini e ciliegi. La visita prosegue al Daeneugnwon, il Tumuli Park che si estende per gran parte della città, con 23 tombe di diverse dimensioni all’interno delle quali sono stati trovati antichi oggetti preziosi. Le tombe sono colline: verdissime, imponenti, solenni. Poi è la volta dell’osservatorio astronomico Cheomseongdae National, quindi sosta alla Grotta di Seokguram per ammirare una grande statua di Bhudda, al Palazzo Donggung e al Wolji Pond, un piccolo lago. Prima di partire, da non perdere un assaggio di Hwangnam Ppang, detto anche pane di Gyeongju. È un dolcetto rotondo, costituito da uno strato sottile di pasta a base di uova e farina di frumento con un invitante e gustoso ripieno rossastro, una densa e dolce pasta di fagioli. Trasferimento a Busan, la seconda città della Corea del Sud, circa un’ora e trenta minuti di auto.

 

7° GIORNO BUSAN (colazione, pranzo) Busan è una grande città portuale, famosa per le spiagge, le montagne e i templi. La prima visita è al Memorial Cemetery delle Nazioni Unite, luogo del ricordo e del ringraziamento, realizzato in memoria e in onore dei caduti della guerra di Crimea. Proseguimento per l’Orukdo Sunrise Park e poi Haeundae Beach, dove si trovano il Sea Life Aquarium e un’area dedicata ai giochi tradizionali e ancora molto praticati, come il tiro alla fune. Quindi il Nurimaru Observatory, da dove si gode di un bel panorama della costa. Si prosegue per il Gamcheon Culture Village, noto anche come la Santorini della Corea del Sud, il mercato del pesce di Jagalchi, la Nampodong Moda Street e la Busan Tower.

8° GIORNO BUSAN > SEOUL (colazione) Trasferimento in auto a Seoul, circa 4 ore. All’arrivo tempo a disposizione per passeggiare a Myeongdong Street, famosa per i negozi di cosmesi con molte realizzazioni a base di prodotti naturali o al mercato di Namdaemun.

9° GIORNO SEOUL > ITALIA (colazione) Trasferimento in aeroporto con mezzi pubblici e partenza per l’Italia. Arrivederci Corea.

POSSIBILITÀ COMBINATI CON GIAPPONE, THAILANDIA, BALI, AUSTRALIA

Corea Del Sud Catalogo Viaggi Novembre 2019 - Aprile 2020

Corea Del Sud
Catalogo Viaggi Novembre 2019 – Aprile 2020

Richiedi un preventivo presso la nostra agenzia di Viaggi AQVATRAVEL.it

Scegli la tua prossima destinazione